Progetto

Ascoli21. Entrare nel nuovo secolo da protagonisti

Il XXI secolo si è aperto riportando l’attenzione sulle città, intese come rete di comunità, di saperi, di esperienze, di tecniche e pratiche in costante comunicazione.

Nello stesso tempo, è dalle città, dai comuni, che parte anche una nuova spinta, attraverso il Patto dei Sindaci (Convenant of Mayor), verso un ambiente umano sostenibile. Il desiderio è poter vivere la città. Poter godere di ciò che di vitale ha la città, senza perdere il contatto con la natura.

Ascoli ha un'importantissima carta da giocare: il recupero di un’area industriale oggi degradata che per estensione è pari al centro storico stesso della cittadina. Una carta che può essere vincente se giocata puntando su tre assi portanti: sostenibilità, innovazione e partecipazione.

Ascoli21 è questo. Un progetto che punta a una riqualificazione globale dell’area industriale dell’ex SGL Carbon, per farne l’occasione di un rilancio vero, spontaneo, importante e duraturo, in grado di indirizzare uno sviluppo a lungo termine. Un nuovo inizio. Ascoli21 sarà una città nella città: due anime che si integrano e si completano perfettamente. Storia e futuro, tradizione e innovazione in un dialogo costante. Spazi nuovi per creare, per condividere, per produrre, per inventare, per divertirsi, per vivere…

Il centro di propulsione di Ascoli 21 sarà un Polo Tecnologico Scientifico e Culturale a cui si sta lavorando di concerto con le migliori competenze del territorio per dare vita a un centro di eccellenza capace di attrarre imprese, start up, laboratori e centri di ricerca da tutta Italia e dall’estero. Un perno intorno a cui nasceranno edifici residenziali e di social housing realizzati nel rispetto delle più avanzate tecniche di risparmio energetico e sostenibilità, aree per le attività commerciali e terziarie, auditorium, strutture ricreative, per il benessere e lo sport, e molto altro. Il  tutto attorno a un parco che torna ad essere polmone che respira e si può respirare: un’area verde da proteggere e curare con particolare attenzione.

 

 

Dove si trova
Sostenibilità ambientale
La bonifica
Avanzamento lavori
Materiali di presentazione

 

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra.
- Ma qual è la pietra che sostiene il ponte? - chiede Kublai Kan.
- Il ponte non è sostenuto da questa o da quella pietra, - risponde Marco, - ma dalla linea dell'arco che esse formano.
Kublai Kan rimase silenzioso, riflettendo. Poi soggiunse:
- Perché mi parli delle pietre? È solo dell'arco che mi importa.
Polo risponde:
- Senza pietre non c'è arco.
(Le città invisibili, Italo Calvino)

 

Fotogallery Restart

Fotogallery storica

 

Ultime da Instagram


Iscriviti alla nostra Newsletter

Ascoli 21 è un progetto di Restart srl - P.Iva: 02040810448